Nomadi digitali alle Canarie

La pandemia del Covid-19 ha sicuramente cambiato le nostre esistenze, stravolgendo radicalmente la nostra visione della vita e le nostre priorità.

Molti settori economici hanno registrato perdite dalle quali sarà difficile riprendersi per almeno un altro paio d’anni. C’è però un settore che ha avuto un forte impulso di crescita. Sto parlando del settore digitale. 

Dalle lezioni online al Affiliate marketing, passando attraverso il videomaking: sono decine e decine le professioni che sono nate o si sono ulteriormente diffuse durante la quarantena. Tra queste, quella del Nomade Digitale.

L’aver passato settimane intere chiusi in una stanza in città, ha spinto tanta gente a rivalutare le propria sistemazione e cercare dimora in luoghi dove (in caso di un’eventuale altra pandemia) la quarantena sia più tollerabile.

Per questa ragione le isole Canarie sono diventate nuova meta prediletta da chi, lavorando online, può permettersi di vivere in giro per il mondo. Buon clima tutto l’anno, non bisogna lasciare l’Europa e vantano di buone condizioni di vita e fiscali.

Ma a cosa va incontro un nomade digitale che decide di trasferirsi alla Canarie? Quali sono i primi step da fare? Dove è meglio alloggiare? Scopriamolo insieme in questo articolo!

Tabella dei Contenuti

Documentazione necessaria e N.I.E.

Come potrete leggere più approfonditamente in questo articolo, se provenite da uno dei paesi dell’Unione Europea, per trasferirsi alle Canarie avrete bisogno del vostro Passaporto o documento di riconoscimento nazionale. Inoltre, essendo in possesso della Tessera Sanitaria Europea, avrete diritto all’assistenza ospedaliera di emergenza (se comunque avete intenzioni di stabilirvi sull’isola per più di tre mesi, vi consiglierei di contrattare un’assicurazione medica privata).

Se invece la vostra cittadinanza è Britannica potrete soggiornare in Spagna solo per un massimo di tre mesi, senza necessità di alcun visto, muniti solo di passaporto. 

Cosa è il N.I.E. e quando diventa obbligatorio richiederlo

Il N.I.E., ovvero Numero Identificativo per gli Stranieri, è il numero di riconoscimento grazie al quale chiunque, rispettando determinati requisiti, può lavorare in Spagna. In realtà non vi servirà solo per lavorare, ma anche per poter effettuare numerose altre operazioni economiche e non, come aprire un contro corrente, affittare una casa, studiare in Spagna, ecc.

Teoricamente, è obbligatorio richiedere il N.I.E. se vi stabilite in Spagna per più di tre mesi, ma non è detto che vi venga concesso se non abbiate una motivazione valida, come un lavoro, l’acquisto di un auto o una casa, o vogliate aprire una Partita Iva. Quindi tranquilli, se la vostra intenzione è solo quella di soggiornare per un breve periodo, non ne avrete bisogno.

Come si fa richiesta del N.I.E.?

  1. Potrete già fare richiesta nel vostro paese d’origine, recandovi presso un consolato spagnolo.
  2. Oppure, una volta in Spagna, (in questo caso le Canarie) potrete recarvi presso uno degli Uffici della Polizia Nazionale (Supercomisaría) o presso una Oficina de Extranjería (vi lascio qui il link della Supercomisarìa de Las Palmas de Gran Canaria per poter fare richiesta di un appuntamento direttamente Online).
  3. Potreste anche rivolgervi ad un rappresentante, nominando uno studio legale autorizzato, nel caso in cui non abbiate dimestichezza con la lingua o, ad ogni modo, preferiate agire con più sicurezza.

Di quali documenti ho bisogno per richiedere il N.I.E.?

  1. Passaporto;
  2. Il modulo di richiesta (in spagnolo), da compilare online;
  3. Ricevuta di pagamento della tassa amministrativa (da scaricare online o che ti consegnano in loco al momento dell’appuntamento);
  4. Giustificazione o un’autodichiarazione in cui bisogna specificare il motivo per cui ne avete bisogno.
nomadi digitale alle Canarie

Spazi di Coworking alle Canarie

Qui di seguito vi riporto gli spazi di Coworking più gettonati e centrali dei capoluoghi di ogni isola (per quanto vi consiglierei di optare tra Gran Canaria o Tenerife, che sono le più grandi e popolate.

  • TENERIFE (Santa Cruz de Tenerife)
    1. Workeamos, Coworking Tenerife;
    2. Tenwork coworking space;
    3. Espacio Kernel;
    4. Arca de Babel;
    5. Tenworking;
    6. Iriarte37 coworking.
  • GRAN CANARIA (Las Palmas de Gran Canaria)
    1. Playachicawork;
    2. Dojo coworking;
    3. Repeople coworking – Las Palmas;
    4. Coworking Fataga y centro de negocios;
    5. Work-labs;
  • FUERTEVENTURA (Corralejo/Puerto del Rosario)
    1. Hub Fuerteventura Coworking Space; (Corralejo)
    2. Co-nomad.life; (Corralejo)
    3. Co.Space Fuerteventura; (Corralejo)
    4. Baifo CoWorking Fuerteventura (Corralejo);
    5. 138 Coworking; (Puerto del Rosario).
  • LANZAROTE (Arrecife)
    1. The Square Coworking Lanzarote;
    2. Espacio Siono;
    3. Lanzarote Coworking (aeropuerto).
  • LA PALMA (Los LLanos)
    1. Cowork Cafè;
    2. Coliving Awid Aman – Casa Benahoares;

Costo degli affitti alle Canarie e mezzi di trasporto

Per quanto riguarda il costo degli affitti nelle città principali delle isole, a mio parere siamo nella media.

L’affitto mensile di un mono-bilocale vicino al mare o nelle zone più centrali (es: nei quartieri de Las Canteras e Vegueta per quanto riguarda Las Palmas de Gran Canaria, e Los LLanos, La Salle e Plaza Weyler a Santa Cruz de Tenerife) va dai 550€ ai 700€. Allontanandoci dal mare e andando verso l’entroterra, la media scende a 450€ al mese. 

Invece, se volete optare per una stanza in un appartamento condiviso i prezzi vanno dai 250 ai 350 € al mese. Qui di seguito vi lascio i link ai siti di ricerca immobiliare più comuni ed utilizzati alle Canarie.

Di solito le utenze sono a parte ed oscillano tra i 75 e i 100€ bimestrali, per le fatture di luce ed acqua (i riscaldamenti non sono presenti praticamente in nessuna casa), in un monolocale, per una/due persone

Trasporti

Come già accennato, nelle isole dell’arcipelago Canario non è presente il sistema ferroviario. Quindi per spostarvi potrete utilizzare:

  • Bicicletta o monopattini elettrici: sono molto diffusi, soprattutto nel centro città di Las Palmas e Santa Cruz, visto che non si tratta di città molto trafficate;
  • Autobus (chiamato in gergo locale Guagua): il costo di una tratta è di 1,40 € per le corse urbane, mentre per spostarsi tra i vari comuni può arrivare a costarvi anche 9 € a tratta (se non riuscite ad ottenere la residenza, in quel caso il costo dell’abbonamento si aggira intorno ai 30€). A questo link potrete trovare tutti gli orari e le tariffe de las “guaguas municipales” e “Guaguas global” di Las Palmas.
  • Taxi: le tariffe dei taxi sono abbastanza economiche. Partono da un minimo di 3,60 € (che si tratti di 100 mt o di 1 km), mentre per una corsa di circa un’ora (per esempio, dal centro città di Las Palmas all’Aeroporto) arrivano a costare tra i 20 e i 25 €.

Se ti é piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!

Ti potrebbe interessare...

Travel

Trasferirsi alle Canarie

Clima tropicale, spiagge assolate tutto l’anno, buon cibo… se stai pensando di trasferirti in una delle isole dell’arcipelago Canario, questo articolo potrebbe esserti molto

CONTINUA A LEGGERE >>

Iscriviti alla Newsletter 🙂

Seguimi su Instagram

(🇬🇧🇪🇸👇🏼)Ormai dicembre è alle porte! 🎄 Hai già organizzato un weekend fuori porta per visitare qualche mercatino di Natale? 🎅🏻🤩

Ti lascio qui sotto la lista dei miei 5 preferiti ☃️

1. Christmas in Tivoli, all'interno del Parco divertimenti più famoso di Copenhagen, aperto dal 19 dicembre al 31 gennaio

2. Mercatini di Natale della Città Vecchia, a Praga. È il più impressionante e visitato della città in questo periodo, aperto dal 26 novembre al 6 gennaio!

3. Winter Wonderland, la più famosa attrazione natalizia a Londra, edificata all'interno di Hyde Park, aperto dal 18 novembre al 2 gennaio.

4. Mercatini di Stephansplatz, a Vienna. In realtà a Vienna andrebbero visitati tutti, questo mi piace per la sua "location" suggestiva: davanti la chiesa di Santo Stefano, la cattedrale di Vienna. Aperto dal 11 novembre al 26 dicembre.

5. Mercatini in Piazza Santa Croce a Firenze, un piccolo villaggio di Natale con chalet in legno, dove puoi comprare di tutto: da ceramiche fatte a mano, decorazioni natalizie di tutto il mondo e, ovviamente, deliziose specialità natalizie 😋

Ci sei già statx?
Fammi sapere il tuo preferito! 🤩🎄

******

#eatravelove #xmasholidays #xmasmarket #xmasmarkets #mercatinidinatale #christmasineurope #itschristmastime #navidad2022
20 6
(🇮🇹🇬🇧👇🏼)¿Sabías que desde hace más de 15 años, en una de las playas más famosas de Canarias, se realiza un evento único en España?

Te estoy hablando del #belendearena realizado por 8 de los mejores escultores de arena del mundo en la #playadelascanteras en #laspalmasdegrancanaria 😍🎅

Datos a la mano: se trata del TERCER espacio museistico más visitado en España en Navidad 🎄

Podrás visitarlos a partir de este viernes, 2 de diciembre y hasta el viernes 6 de enero en
📍 C. Tenerife, 1, 35008 Las Palmas de Gran Canaria, Las Palmas, España

*******

#eatravelove
#islascanarias
#islascanariasoficial #vivoenunarchipielago #latituddevida #laspalmas #laspalmasdegc #navidad2022
160 4
(🇮🇹🇬🇧👇🏼)Como prometido, te enseño como hago mi mochila ¡sin tener la necesidad que facturar!

Yo he comprado una mochila Kipsta de 35lt en @decathlones (te dejo el enlace del producto en mi Bio).

Para mí es lo ideal, por su tamaño (entra dentro las medidas de equipaje de mano de todas las compañías #lowcost ) y tiene un compartimiento para laptop (ya que suelo llevarlo para seguir trabajando en mis viajes).

Aquí te dejo los 10 pasos para una mochila impecable 
🎒👇🏼

1. Pon los zapatos y pijamas a parte, en El bolsillo inferior, para que no ocupen espacio

2. Elige tus outfits (como te explicaba en el otro reel) ¡así no te llevarás prendas demás!

3. Enrolla la ropa para que ocupe menos volumen y pueda encajar estilo "tetris" 😆

4. Pon la lencería por separado para que sea más fácil sacarla

5 ¡No te olvides los medicamentos fundamentales! Esta mochila tiene un bolsillo de cremallera perfecto para guardarlos

6. Separa ya los líquidos en un bolsita de plástico (siempre recojo unas más en el aeropuerto) y ponlos por encima de todo, para que sea fácil sacarlos en los controles

7. Una vez que la ropa esté colocada, inserta el laptop en su compartimiento. 

8. Ratón y llaves por separado (ya que van a ser la primera y última cosa por sacar)

9. Documentación y dinero escondidos en un bolsillo imposible de abrir 😉 (sobre todo si viajas solx, así no estarás con el miedo de que te los roben)

10. Lleva contigo una botella rellenable, en el aeropuerto puedes recargarla sin tener que gastar en agua súper cara (y estarás cuidando el ambiente 😉)

¡Espero estos consejos te sean útiles! 💖
🔒Guarda este reel para la próxima vez que tengas que hacer tu maleta y sígueme para más tips para #viajarlowcost 

****

#eatravelove #traveltips #solotravellingwoman #solotrip #travelhacks #backpackkid #mochilera #consejosdeviaje #consiglidiviaggio #lowcosttravel
200 19
(🇮🇹🇬🇧👇🏼)¿Eliges los outfits antes de preparar tu maleta? 😃😎
¿O intentas llevarte contigo todo el ropero? 😆

Pues, probando unos combos de prendas intercambiables entre ellas, puedes viajar más ligero y ahorrar hasta 60€ en el equipaje de cabina 😉 

Por ejemplo, con 2 pantalones y 3 camisetas puedes crear hasta 6 look diferentes para un viaje de 5 días 🎒🥾

¿Quieres saber como preparo mi mochila sin tener nunca que facturar? 😉

*****

#eatravelove #traveltips #consejosdeviaje #consiglidiviaggio #viajarbarato #viajandosola #viajarlowcost #packinghacks #packingtips #mochilera #mochilerasviajeras #girlswhoinspire #girlswhotravelsolo
239 29

Ultimi articoli